Stai per accedere al sito globale di Goodman. Stai cercando il sito locale di Goodman?

Minimizzazione del consumo di suolo

Le strutture logistiche occupano spazi di notevoli dimensioni. Nell’ambito di un’economia sempre più digitale, la logistica urbana richiede sempre più spazi in posizioni nevralgiche nei pressi del centro città, dove i terreni sono scarsi e il traffico e l’inquinamento sono più intensi. 

Siamo convinti di poter tutelare l’ambiente e, al contempo, soddisfare l’esigenza dei nostri clienti nel disporre di un’ubicazione favorevole.  
 
Sviluppiamo strutture multipiano per ridurre al minimo il consumo di suolo e convertiamo i terreni brownfield in asset preziosi per i nostri clienti e la comunità locale. Privilegiamo siti riqualificati e realizziamo spazi logistici intelligenti su terreni scoscesi dotati di rampe naturali, in modo da adattarci alle diverse tipologie di suolo.
 

Perché la riduzione del consumo di suolo è d’obbligo

La trasformazione di aree naturali, agricole o forestali in aree urbanizzate è nota come “artificializzazione del suolo”. Goodman è perfettamente consapevole del fatto che tale artificializzazione metta in discussione le relazioni tra gli esseri umani, le loro comunità e la natura e possa nuocere alla biodiversità. 

Proprio per questo riteniamo sia nostro dovere ridurre il consumo di suolo mediante la verticalizzazione dei nostri spazi logistici: lo sviluppo di edifici in verticale, invece che in orizzontale, riduce la pressione esercitata su uno spazio urbano già limitato. Lavoriamo costantemente a soluzioni innovative per garantire l’accesso a città di snodo dove il terreno è scarso, riducendo al contempo il consumo di suolo.

 

In che modo Goodman minimizza il consumo di suolo?

Poiché la riduzione al minimo del consumo di suolo rappresenta uno degli elementi principali della nostra visione aziendale sostenibile, abbiamo acquisito solide competenze nelle aree seguenti:

  • Il 50% dei nostri progetti è basato sullo sviluppo di brownfield.
  • Siti riqualificati.
  • Spazi logistici verticali per ridurre l’impatto sull’ambiente.
  • Adattamento a diverse tipologie di terreno.